Porcarella sentiero 109

Il nome Porcarella fa un po ridere, ma invece è una località che offre molto alla mountain bike. Conosco bene questa zona, così da Fabriano salgo i 700 metri di dislivello che mi portano a Poggio San Romualdo e inizio a dirigermi verso il paese di Castelletta. Non so perché questo altipiano venga chiamato porcarella, ma è mia intenzione scoprirlo. Per oggi mi accontenterò di percorrere uno dei sentieri della zona, il mitico 109 che a me piace sempre di più ogni volta che ci vado. La lunga salita d’asfalto che mi porta in quota è scorrevole e in un’ora arrivo al valico, da qui inizia lo sterrato che mi accompagnerà al sentiero. Il single inizia su un verde prato erboso , ma ben presto si inizia a scendere e la strada si fa più tecnica e divertente, c’è roccia e erba, il bosco è al massimo del verde e mi godo il venticello che oggi mi accompagna. A circa due terzi del sentiero si inizia a vedere il borgo di Castelletta, che spettacolo. Da quassù si domina tutta la Vallesina e si fila via che è un piacere. Arrivo alla fine del sentiero e si ricomincia a salire su asfalto, ma arrivati di nuovo al valico, si scende di nuovo verso il fondovalle su un sentierino poco evidente che taglia tutti i tornanti della strada asfaltata. E’ una lunga discesa a tratti anche veloce, così alla fine arrivo presso il paese di Valtreara e ora non mi resta che prendere la strada per Fabriano. Anche oggi fortunatamente un bel giro e divertimento ai massimi livelli, il sole ci ha scaldato e questa primavera uggiosa ci ha concesso una tregua. ben vengano queste giornate così.

 

video http://youtu.be/tdyu1FX59rs

Come passare una giornata nelle marche

A tutti piace fare una gita fuori porta e un’idea potrebbe essere quella di fare un giro per i castelli delle Marche.

Questa regione ne ha sul territorio talmente tanti che si ha l’imbarazzo della scelta. Un esempio, il castello di Piticchio, sito su un colle vicino Arcevia, rivolto verso la Vallesina e verso le montagne appenniniche che fanno da barriera con l’Umbria.

Incantevole piccolo gioiello che si visita con poco tempo, ma allo stesso tempo luogo che rimane nei pensieri. Non distante da Piticchio, si trova Corinaldo, altra fortificazione che vi incanterà con le sue maestose cinta murarie.
Le sue dimensioni sono superiori a Piticchio, e ricordano i castelli delle linee alpine. Corinaldo è anche conosciuta per Santa Maria Goretti che vi nacque.
Un altro luogo che si può visitare è Ostra Vetere, arroccata su un’altura, si fa notare anche da lontano grazie al doppio campanile della sua Chiesa. Anche questo è un borgo dalle dimensioni ridotte, ma splendido nella sua architettura. Ecco qua tre idee per respirare un’aria differente, un’aria di cultura marchigiana.

Questo slideshow richiede JavaScript.